Attraverso l’Osservatorio europeo sulle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale e insieme all’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economici (OCSE), l’EUIPO pubblica studi e ricerche sul commercio mondiale di prodotti contraffatti e usurpativi, in cui si analizzano l’impatto economico di tale fenomeno e il suo peso negli scambi internazionali.

L’ultimo studio di tale serie, «Il commercio mondiale di prodotti contraffatti: una minaccia preoccupante», esamina la portata del commercio mondiale delle contraffazioni. Si tratta dell’aggiornamento di due studi precedenti, pubblicati rispettivamente nel 2016 e nel 2019. Questo terzo studio si basa sugli ultimi dati disponibili riguardanti i sequestri del 2019.

 

«Il commercio illecito di prodotti contraffatti e usurpativi costituisce una grande sfida per un’economia mondiale improntata all’innovazione. Danneggia la crescita economica, costituisce una notevole minaccia per la salute e la sicurezza individuali e collettive, alimenta la criminalità organizzata e mina la sana governance pubblica, lo stato di diritto e la fiducia dei cittadini nel governo. La pandemia di COVID-19 ha accelerato il commercio illecito e allarmato pertanto autorità di contrasto in molte regioni del mondo.»

Christian Archambeau, Direttore esecutivo dell’EUIPO

  

Risultati principali

  • Nel 2019 il commercio mondiale di prodotti contraffatti ammontava a 412 milioni di EUR, pari al 2,5 % degli scambi commerciali mondiali.
  • Le importazioni nell’UE di prodotti contraffatti nel 2019 hanno raggiunto la quota di 119 miliardi di EUR, pari al 5,8 % delle importazioni totali nell’UE provenienti dal resto del mondo. Il volume delle importazioni di prodotti contraffatti nell’UE è rimasto praticamente invariato rispetto allo studio precedente, basato su dati del 2016.
  • La principale provenienza economica dei prodotti contraffatti rimane la Cina. Altre importanti fonti di contraffazioni sono la Turchia, gli Emirati arabi uniti e Singapore.
  • Le calzature continuano a essere la categoria di prodotti più frequentemente sequestrata, seguita da abbigliamento, articoli in pelle, elettronica, nonché profumi e prodotti cosmetici. I sequestri di profumi e prodotti cosmetici nonché di giocattoli e giochi contraffatti sono più che raddoppiati dal 2016 al 2019.
 
Risorse
Relazione integrale Mostra Nascondi
EN
 
Sintesi Mostra Nascondi
BG
 
CS
 
DA
 
DE
 
EL
 
EN
 
ES
 
ET
 
FI
 
FR
 
HU
 
HR
 
IT
 
LT
 
LV
 
MT
 
NL
 
PL
 
PT
 
RO
 
SK
 
SL
 
SV